Lunedì, 03 Luglio 2023 13:57

CRONACHE DAL MONDO

Scritto da
Valuta questo articolo
(1 Voto)

La nave Morosini arrivata in Corea del Sud per affermare il diritto di libera navigazione e l'interesse strategico dell’Italia per l’Indopacifico di RENATO REGGIANI*

Seoul – La nave Francesco Morosini è arrivata a Busan, in Corea del Sud, il 1 luglio 2023, nell’ambito della sua missione di cinque mesi nell’Indo-Pacifico. La nave è la seconda di sette pattugliatori d’altura polivalenti della classe Thaon di Revel, e il suo arrivo in Corea del Sud è un segno del crescente interesse strategico, militare e diplomatico dell’Italia nella regione.

La missione è volta a promuovere ideali come la libertà di navigazione e il rispetto del diritto internazionale del mare. L’equipaggio si impegnerà in una serie di attività durante il loro soggiorno in Corea del Sud, tra cui visite in porto, esercitazioni congiunte e addestramento con la Marina sudcoreana. La nave parteciperà anca una serie di eventi culturali per promuovere l’amicizia italo-coreana. La Francesco Morosini è una nave da guerra potente e versatile. La nave è dotata di una varietà di armi e sensori, tra cui un cannone da 76 mm, due cannoni da 25 mm e due lanciasiluri. È inoltre dotato di un ponte elicotteri e di un hangar, che gli consente di trasportare un elicottero leggero per missioni di ricognizione e guerra antisommergibile.

L’arrivo della nave in Corea del Sud è stato accolto con un caloroso benvenuto dall’Ambasciatore Federico Failla. In una dichiarazione, Failla ha affermato che la visita della nave “dimostra l’impegno dell’Italia nella regione indo-pacifica e la nostra forte amicizia con la Corea del Sud”. Ha aggiunto che la missione della nave “contribuirà a promuovere la libertà di navigazione e il rispetto del diritto internazionale del mare, che sono essenziali per la stabilità e la prosperità della regione”.

La Francesco Morosini lascerà Busan il 2 luglio e proseguirà la sua missione verso altri porti della regione indo-pacifica. La nave visiterà un totale di 15 porti in 14 paesi, tra cui Giappone, Singapore, India e Australia.

La missione della nave fa parte di un più ampio sforzo dell’Italia per aumentare la sua presenza nella regione indo-pacifica. Negli ultimi anni, l’Italia ha firmato una serie di accordi con i paesi della regione, tra cui un accordo di cooperazione per la difesa con l’India e un accordo di sicurezza marittima con il Giappone. La missione di Francesco Morosini è un segno dell’impegno dell’Italia nella regione e della sua volontà di svolgere un ruolo più attivo per la sua sicurezza e prosperità.

Renato Reggiani è fondatore e amministratore della BioPic; ricercatore scientifico e Direttore della pubblicazione online www.Universinet.it.

Attualmente si trova a Seul.

Letto 337 volte Ultima modifica Lunedì, 03 Luglio 2023 14:10
Effettua il Login per inserire i tuoi commenti