Mercoledì, 04 Maggio 2022 15:11

SI STA PER CONCLUDERE L’ANNO SCOLASTICO. E’ TEMPO DI BILANCI Featured

Scritto da
Valuta questo articolo
(3 voti)

QUANTO CONTANO LE SCELTE CONSAPEVOLI di MARTA MAURA

Per gli studenti delle scuole italiane si avvicina il tempo dei bilanci. L’anno scolastico sta per concludersi e soprattutto per gli studenti delle superiori la scelta sbagliata dell’indirizzo di studi potrebbe aver compromesso la promozione.

Il rapporto Eurostat sull’abbandono scolastico ci dice che mediamente interrompono prima del tempo il loro percorso di studio il 13% degli studenti. Negli Istituti tecnici la percentuale di abbandono scolastico viaggia attorno al 4%.

Secondo quanto riportato dal Ministero dell’Istruzione la percentuale di bocciati nell’ultimo decennio è del 7%.

Questi sono dati che inducono a riflettere sulle ragioni di tali insuccessi.

La maggior parte degli adolescenti che terminano le scuole medie e scelgono un indirizzo di studio di scuola superiore hanno le idee confuse su quale percorso scegliere.

A volte sono i genitori a scegliere al posto dei propri figli. Questo è il presupposto di un insuccesso quasi assicurato. Ragione per cui bisognerebbe compiere una riflessione necessaria sul ruolo, l’organizzazione e l’importanza dell’orientamento scolastico in uscita e in entrata.

Ogni scuola superiore ha diversi indirizzi tra cui scegliere, che sono come delle piccole specializzazioni in diverse aree, come ad esempio economia, informatica, lingua, scienza e molti altri. Il quadro orario di una scuola è un elemento fondamentale da considerare. Inoltre, occorre informarsi sulle percentuali di bocciature e quali progetti vengono messi a disposizione per il recupero, per verificare il livello di inclusione della scuola.

Ma qual è il modo migliore di scegliere la scuola adatta?

In merito a questa domanda l’ex presidente di Alma Diploma Mauro Borsarini, che oggi è Dirigente Scolastico, ha fornito alcuni consigli che possono servire sia ai genitori sia ai ragazzi con la premessa che la scelta deve essere fatta consapevolmente e non in maniera improvvisata o per convenienza. Il primo consiglio che dà è aprire un dialogo tra genitori e figli per capire quali sono le discipline che suscitano un maggiore interesse e esaltano il talento personale.

Inoltre, incita gli studenti ad aprire un dialogo con coloro che frequentano o hanno già frequentato la scuola prescelta.

Infine, bisogna pensare anche al mercato del lavoro che per molti è fondamentale, tenendo conto del fatto che le tipologie di lavoro possono cambiare e nascere nuove professioni.

Dunque, la scelta della scuola giusta potrebbe influenzare non tutta la vita, ma una parte consistente di essa.

Letto 188 volte Ultima modifica Mercoledì, 04 Maggio 2022 15:17
Effettua il Login per inserire i tuoi commenti