Lunedì, 03 Febbraio 2020 16:23

L'ASSOCIAZIONE COLLINE DI SANTO STEFANO E L'I.C. MONTESSORI INSIEME PER IL PROGETTO "PULIAMO IL NOSTRO MARE"

Scritto da
Valuta questo articolo
(0 voti)

RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO DA FABIO BARONE

L'Istituto Comprensivo Maria Montessori di Terracina ha richiesto la nostra collaborazione a titolo non oneroso per la realizzazione del progetto "PLASTIC FREE - puliAMOilnostromare", nell’ambito delle iniziative promosse dalla Regione Lazio (D.G.R. n. 767/2018 – 612/2019 - contributo richiesto pari a Euro 20000,00, per una spesa totale di Euro 22000,00).

Da diversi anni l'Istituto scolastico è impegnato in progetti di sensibilizzazione sulla sostenibilità ambientale e sulla riduzione dei rifiuti attraverso diverse iniziative, in particolare, l’adesione al programma Eco-School, alle settimane europee della mobilità sostenibile e a progetti anche di respiro internazionale come Erasmus+.

In questo contesto di grande dinamicità si inserisce la loro proposta progettuale #puliAMOilnostromare che prevede, tra gli altri, il coinvolgimento del Comune di Terracina, con particolare riferimento dell'Assessorato all’Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile.    

Il progetto, che nasce dall’esigenza di promuovere azioni concrete finalizzate alla riduzione dell’uso della plastica, vede il coinvolgimento attivo degli alunni, dei genitori, del personale scolastico, delle Associazioni del territorio e dell’Ente locale; sono inoltre coinvolti gli alunni frequentanti le Istituzioni scolastiche aderenti alla rete, di cui l’Istituto Maria Montessori è capofila. La rete di scuole diventa in questo modo un modello di buone pratiche PLASTIC FREE che permette di veicolare e mettere in atto comportamenti concreti per il rispetto dell’ambiente.

Particolare riguardo sarà dedicato alle abitudini quotidiane legate alla produzione e al riciclaggio dei rifiuti, per favorire azioni e scelte compatibili: raccolta differenziata, riciclaggio e diminuzione dell’uso della plastica. Agli alunni si offrirà l’occasione di riflettere su quanto, gli scorretti stili di vita praticati nella quotidianità, ci rendano responsabili dell’inquinamento del mare e dell’acqua. Obiettivo non meno importante sarà quello di potenziare la creatività e la manualità degli alunni; è infatti previsto l'acquisto e l'utilizzo di una stampante 3D per costruire oggetti riutilizzando la plastica altrimenti destinata ad essere conferita tra i rifiuti.

Saranno inoltre promosse campagne/corsi scolastici sul consumo consapevole e sulla sostenibilità ambientale, azioni d'informazione e sensibilizzazione, soluzioni efficaci e condivise finalizzate alla riduzione e/o eliminazione dei rifiuti in plastica monouso, in linea con le scelte operate dal Comune di Terracina che ha recentemente recepito la direttiva europea sulle plastiche monouso.

Il progetto dell’Istituto Maria Montessori prevede inoltre l'installazione di depuratori dell’acqua per il riempimento delle borracce a scuola, attività laboratoriali finalizzate al riciclo creativo e al riutilizzo dei materiali di scarto, campagna di informazione Zero Waste e piano di rifiuti della scuola con monitoraggio della raccolta differenziata.

Come associazione "Le Colline di Santo Stefano" abbiamo aderito perché condividiamo appieno gli obiettivi del progetto: osservare l’ambiente locale per coglierne caratteristiche ed elementi di vulnerabilità, motivare gli alunni ad assumere comportamenti di cittadini rispettosi del proprio ambiente, favorire la crescita di una mentalità ecologica, sviluppare la capacità di lavorare con gli altri per il raggiungimento di una meta comune e di una soluzione condivisa e soprattutto far acquisire ai nostri giovani la consapevolezza del legame tra ambiente naturale e valorizzazione del patrimonio artistico-culturale. Apprezziamo in particolar modo che il progetto preveda la realizzazione di piccoli impianti di compostaggio come metodo semplice e naturale per il riciclaggio di rifiuti organici; sia i rifiuti prodotti durante la mensa sia i rifiuti di cucina portati dai ragazzi da casa verranno trasformati, nel corso dell’anno, in terriccio fertile e ricco di minerali, da utilizzare per la concimazione delle piante (alberi da frutto) presenti nel cortile e per la serra sostenibile della scuola.

Non ultimo, come associazione siamo piacevolmente colpiti dalla direzione di questa scuola; uno staff che con poche risorse riesce sempre a coinvolgere gli studenti in progetti pratici e di sensibilizzazione sui temi ambientali. Spesso la stessa Dirigente scolastica Barbara Marini è presente in prima persona, siamo quindi lieti di essere al suo fianco e di poter dare il nostro piccolo contributo.

Letto 101 volte Ultima modifica Martedì, 04 Febbraio 2020 11:48
Effettua il Login per inserire i tuoi commenti