Domenica, 21 Gennaio 2018 16:57

IL LIBRO DELLA SETTIMANA

Scritto da
Valuta questo articolo
(1 Voto)

Il romanzo di formazione. "AGOSTINO" di Alberto Moravia. Recensione di FLAVIA BOTTIGLIA

“Agostino” è la storia di un ragazzo di buona famiglia di tredici anni in vacanza con la madre vedova che comincia a veder mutare sia il rapporto con lei sia con i suoi coetanei. Innanzitutto, Agostino rimane sconcertato nel vedere gli atteggiamenti della madre con Renzo, un giovane che la corteggia. Si rende conto che la madre è una donna che ha ancora delle pulsioni e lui stesso comincia ad essere incuriosito dal sesso. Per sfuggire a questa situazione si lega ad una compagnia formata da ragazzi di un ceto più basso del suo.

Il personaggio di questo romanzo composto nel 1941 da Alberto Moravia è l’immagine del passaggio dall’infanzia all’adolescenza attraverso la scoperta della sessualità; il racconto della fuoriuscita da quel limbo in cui non si è più bambini, ma non si è ancora adulti. Nel romanzo si affronta anche il problema della differenza di classe e della tendenza degli adolescenti a volersi uniformare al gruppo.

Moravia affronta in maniera lineare e concreta un approccio alla sessualità quasi traumatico. Infatti, nonostante i temi trattati, l’autore riesce a tracciare scene che si dipingono nella mente del lettore utilizzando un linguaggio chiaro e realistico. Dimostra come le diversità spaventano, ma attraggono. Questo è un tema sempre attuale che non riguarda solo gli adolescenti, ma pone tutti noi di fronte ad una profonda riflessione sulle fasi della crescita e della definizione della personalità umana, anche perché mostra come spesso un ragazzo raffinato ed educato diventa in un certo senso “debole” di fronte alla brutalità e alla malizia degli altri. In questo senso, Agostino, ragazzo della buona borghesia scopre l’esistenza di una classe sociale diversa, inferiore, che se lo affascina per la sua istintività, allo stesso tempo lo turba profondamente. Un romanzo di formazione a tutto tondo, dunque, capace di narrare con uno sguardo sincero e senza finzioni la crescita interiore e la progressiva presa di coscienza del mondo da parte di un adolescente.

Alberto, Moravia, Agostino, 1990, Sonzogno, Bompiani, pp. 140, €. 7.00

Letto 415 volte
Effettua il Login per inserire i tuoi commenti