Mercoledì, 29 Giugno 2022 13:57

LA SQUADRA TARTAWATCHERS DI LEGAMBIENTE TERRACINA PRONTA PER LA NUOVA STAGIONE 2022

Scritto da
Valuta questo articolo
(1 Voto)

TUTELA E CURA DELLA TARTARUGA CARETTA CARETTA SULLE SPIAGGE DI TERRACINA

IL CIRCOLO LEGAMBIENTE TERRACINA PISCO MONTANO CON LA SUA SQUADRAù TARTAWATCHERS LANCIA LA STAGIONE 2022 IN COLLABORAZIONE CON TARTALAZIO FESTEGGIANDO I RISULTATI DELL’ANNO SCORSO, CON TRE NIDI SORVEGLIATI, 24 STABILIMENTI BALNEARI “AMICI DELLE TARTARUGHE”, 171 CARETTINE ACCOMPAGNATE IN MARE A TERRACINA NEL 2021 CON UNO STRAORDINARIO IMPEGNO DEI VOLONTARI E LA SOTTOSCRIZIONE DI UN PROTOCOLLO DI INTESA CON TARTALAZIO. SONO GIA’ PARTITE DAL 15 GIUGNO LA CAMPAGNATARTALAZIO “OCCHIO ALLE TRACCE”, LA CAMPAGNA LEGAMBIENTE “LIDI AMICI  DELLE TARTARUGHE” E LA SQUADRA E' ORMAI PRONTA PER LE NUOVE NIDIFICAZIONI.


L’aumento delle temperature legato al cambiamento climatico sta determinando un crescente numero di nidificazioni di tartaruga caretta caretta anche nell’area occidentale del Mediterraneo. Nella scorsa estate sono stati individuati ben 256 nidi e le regioni italiane più gettonate da mamma tartaruga sono Campania, Calabria e Sicilia ma non disdegnano Puglia, Sardegna, Lazio e Toscana e addirittura il Veneto dove lo scorso anno si è registrato il nido più settentrionale del Mediterraneo (Jesolo)..

Grazie alla collaborazione ormai consolidata di Legambiente Lazio con TartaLazio, la Rete Regionale per la protezione della specie caretta caretta, confermata con la recente approvazione da parte della Regione Lazio del protocollo di intesa con Legambiente Lazio con la Determinazione n. G07761 del 15 giugno 2022, protocollo che è stato frutto anche del grande lavoro volontario fatto l’anno scorso dal Circolo di Terracina con la creazione di una squadra operativa e organizzata di volontari tartawatchers e con la predisposizione di strumenti tecnologici di controllo in remoto dei nidi, e che vede ora tutti i Circoli più attivi sulla costa impegnati anche nel salvataggio delle tartarughe in difficoltà secondo una procedura condivisa, sono ormai iniziate dal 15 giugno tutte le attività previste sul nostro litorale, con il monitoraggi mattutino sulle spiagge alla ricerca di tracce, la distribuzione lungo tutto il litorale dei cartelli di TartaLazio “Occhio alle Tracce” e le attività di sensibilizzazione degli stabilimenti balneari e con la campagna nazionale di Legambiente “Lidi Amici delle Tartarughe” con la sottoscrizione del protocollo Tartalove da parte degli stabilimenti balneari, e con la predisposizione di tutta la strumentazione per la vigilanza dei nidi da remoto, inclusa la webcam, in attesa di eventuali nidi.

La squadra quest’anno si struttura con un Coordinatore Annalaura Rossi che opera interfacciandosi con Tartalazio, affiancata da Patrizia Pagliaroli, e una squadra operativa composta da: Anna Giannetti, Marta Mina’, Alberta Franceschini, Regina Scattola, Marcello Di Lello, con il nuovo ingresso della giovane Aurora Azzola..

Anche quest’anno Legambiente ha attivato il servizio SOS Tartarughe, un numero unico per accogliere le segnalazioni di tracce, nidi o il rinvenimento di piccoli di tartaruga sui litorali
italiani. Un invito a cittadini, turisti e bagnanti a mobilitarsi in modo semplice, inviando un messaggio WhatsApp o un SMS al 349 2100989.

Letto 111 volte Ultima modifica Mercoledì, 29 Giugno 2022 14:10
Effettua il Login per inserire i tuoi commenti