Martedì, 05 Marzo 2019 15:56

POESIA: RONDINI A RIPOSO

Scritto da
Valuta questo articolo
(1 Voto)

Una poesia dalla forte connotazione simbolica. Come la rondine, resurrezione ed epifania; speranza e libertà; parola che si fa profezia e buona novella.

RONDINI A RIPOSO

C’è ancora tutto l’ardore della vita perduta

nei campi quando la notte ci prendeva

per portarci lontano

persi tu ed io

 

come le rondini a riposo

tra un sogno mai finto

ed un canto immacolato

finito disperso tra gli abbracci dell’inquietudine

 

                                                                                  nella confusione del verso

 

nello sguardo ripetuto

giorno dopo giorno

ora dopo ora

istante dopo istante

 

e la mano dell’eterno

di questo eterno mai domo

trovato nel miracolo del sonno liberatore

e nel diapason del silenzio

 

                                                                del bacio delle stelle nel cielo

 

Canto ancora

canto sempre

e tu canti insieme a me

lontani ed immensi

 

oltre l’oceano del buio

senza questa forza inusuale

assente …….miracolosa……viscida

apostrofata dall’ultimo bagliore di un fuoco amico

 

                                                               prima dell’arrivo del silenzio.

 

Ascoltami musa ribelle

angelo di questo silenzio

adornato di passato

e con gli schiusi sul mondo

del ricordo perenne.

 

Ti troverò

tra il mare e il vento del tramonto

quando le ali della farfalla

saranno come la sorella dei miei sogni

adombranti di luce e forza.

 

Ed ora andiamo

 

nello sguardo ripetuto

giorno dopo giorno

ora dopo ora

istante dopo istante.

 

Illuminazione dopo illuminazione.

 

Nell'immagine di copertina, Giacomo BallaLinee andamentali + successioni dinamiche, 1913
Tempera su carta foderata, 49 x 68 cm. Venezia, Fondazione Solomon R. Guggenheim, Collezione Gianni Mattioli, Deposito a lungo termine presso la Collezione Peggy Guggenheim

Letto 65 volte
Effettua il Login per inserire i tuoi commenti